Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Ti trovi in: Home » Dozza » Amministrazione trasparente » Attività e procedimenti » Tipologie di procedimento » elenco procedimenti di competenza del 2° Settore » SCIA (Segnalazione certificata di inizio attività) per interventi edilizi

SCIA (Segnalazione certificata di inizio attività) per interventi edilizi

SCIA (Segnalazione certificata di inizio attività) per interventi edilizi - procedimento
COMUNE DI DOZZA (BO)

Descrizione del procedimento

Secondo quanto stabilito dall'art. 13 della L.R. 15/2013, sono obbligatoriamente subordinati a SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività)  gli interventi non riconducibili alla attività edilizia libera e non soggetti a permesso di costruire, tra cui:

  1. gli interventi di manutenzione straordinaria e le opere interne che non presentino i requisiti di cui all’articolo 7, comma 4, della  L.R. 15/2013;

  2. gli interventi volti all’eliminazione delle barriere architettoniche, sensoriali e psicologico-cognitive come definite all’articolo 7, comma 1, lettera b), qualora interessino gli immobili compresi negli elenchi di cui alla Parte Seconda del D. Lgs.  n. 42/2004 o gli immobili aventi valore storico-architettonico, individuati dagli strumenti urbanistici comunali ai sensi dell’articolo A-9, comma 1, dell’Allegato della L.R. n. 20/2000, qualora riguardino le parti strutturali dell’edificio e comportino modifica della sagoma e degli altri parametri dell’edificio oggetto dell’intervento;

  3. gli interventi di restauro scientifico e quelli di restauro e risanamento conservativo;

  4. gli interventi di ristrutturazione edilizia di cui alla lettera f) dell’Allegato alla L.R. 15/2013, compresi gli interventi di recupero a fini abitativi dei sottotetti, nei casi e nei limiti di cui alla L.R.11/1998;

  5. il mutamento di destinazione d’uso senza opere che comporta aumento del carico urbanistico;

  6. l’installazione o la revisione di impianti tecnologici che comportano la realizzazione di volumi tecnici al servizio di edifici o di attrezzature esistenti;

  7. le varianti in corso d’opera di cui all’articolo 22 della L.R. 15/2013;

  8. la realizzazione di parcheggi da destinare a pertinenza delle unità immobiliari, nei casi di cui all’articolo 9, comma 1, della Legge 122/1989;

  9. le opere pertinenziali non non classificabili come nuova costruzione ai sensi della lettera g.6) dell’Allegato alla L.R. 15/2013;

  10. le recinzioni, le cancellate, i muri di cinta;

  11. gli interventi di nuova costruzione di cui di cui al comma 2 dell’Articolo 13 della L.R. 15/2013;

  12. gli interventi di demolizione parziale e integrale di manufatti edilizi;

  13. il recupero e il risanamento delle aree libere urbane e gli interventi di rinaturalizzazione;

  14. i significativi movimenti di terra di cui alla lettera m) dell’Allegato alla L.R. 15/2013.

Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria

2° Servizio “Urbanistica, edilizia privata, ambiente, manutenzione, protezione civile” del 2° Settore

Responsabile del procedimento

Ing. Susanna Bettini (tel. 0542 678351 opzione 3-PEC: comune.dozza@cert.provincia.bo.it) e adozione di eventuali atti conseguenti da parte del Responsabile del Servizio Ing. Susanna Bettini

Modalità di  presentazione della SCIA

L'interessato deve presentare la SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività)  al servizio competente (2° Servizio “Urbanistica, edilizia privata, ambiente, manutenzione, protezione civile” del 2° Settore) utilizzando la modulistica sotto riportata.

Il proprietario dell'immobile o chi ha titolo per presentare la segnalazione certificata di inizio attività invia, nelle modalità sotto descritte, la SCIA, corredata dalla documentazione essenziale (tra cui gli elaborati progettuali previsti per l’intervento che si intende realizzare e la dichiarazione asseverata del progettista di cui al comma 1 dell’art. 14 della L.R. 15/2013),  dalle autorizzazioni e dagli atti di assenso, comunque denominati, o dalle autocertificazioni, attestazioni e asseverazioni o certificazioni di tecnici abilitati relative alla sussistenza dei requisiti e dei presupposti necessari previsti all’art. 9, comma 5, della medesima legge, nonché dalla ricevuta  del pagamento  dei diritti di segreteria e del  contributo di costruzione, se dovuto.


L'interessato può presentare la SCIA:

  • per posta indirizzandola a Comune di Dozza – via XX Settembre n. 37 – 40060 Dozza (BO)

  • per posta elettronica certificata indirizzandola a: comune.dozza@cert.provincia.bo.it

  • direttamente all'Ufficio Protocollo (Dozza – via XX Settembre n. 37) negli orari di apertura del pubblico (Dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 13,30; Martedì e Giovedì non-stop dalle ore 8,30 alle ore 17,30)

  • direttamente all'URP (Toscanella - Piazza Libertà, 3)

Modulistica

Modulistica regionale unificata da utilizzare obbligatoriamente dal 05/01/2015:
Modulo segnalazione certificata di inizio attività (SCIA)
Allegato al Modulo segnalazione certificata di inizio attività - Soggetti coinvolti
Modulo asseverazione segnalazione certificata di inizio attività (SCIA)
Allegato al Modulo asseverazione SCIA  - Dati geometrici

Informazioni 

Gli interessati possono ottenere informazioni rivolgendosi al 2° Servizio “Urbanistica, edilizia privata, ambiente, manutenzione, protezione civile” del 2° Settore (via XX Settembre n. 37 – Dozza; tel. 0542 678351 opzione 3) negli orari di apertura del pubblico (Martedì  8.30-13.00 / 14.00-17.30; Giovedì dalle 8.30 alle 13.30)

Termine per l'efficacia della SCIA

Entro cinque giorni lavorativi dalla presentazione della SCIA, il Servizio competente verifica la completezza della documentazione prodotta e:
- in caso di verifica negativa  comunica in via telematica all'interessato e al progettista  l'inefficacia della SCIA;
- in caso di verifica positiva  trasmette  in via telematica all'interessato e al progettista la comunicazione di regolare deposito della SCIA.

La SCIA è efficace a seguito della comunicazione di regolare deposito e comunque decorso il termine di cinque giorni lavorativi dalla sua presentazione, in assenza di comunicazione della verifica negativa.

Costi a carico del cittadino e modalità di pagamento

da corrispondere con una delle seguenti modalità:

- presso l'Ufficio Economato del Comune (Dozza – via XX Settembre n. 37) nel caso di soli diritti di segreteria;

- presso la Tesoreria Comunale – CARISBO – filiale di Dozza specificando nella causale l'atto al quale si riferisce il pagamento e gli importi distinti (oneri di urbanizzazione, costo di costruzione, monetizzazioni e diritti di segreteria);

- mediante bonifico bancario alle seguenti coordinate bancarie: COD. IBAN IT 81 R   06385 02437 06700500035P CARISBO Tesoreria Enti – Piazza San Domenico 1 Bologna specificando nella causale l’atto al quale si riferisce il pagamento e gli importi distinti (oneri di urbanizzazione, costo di costruzione, monetizzazioni e diritti di segreteria).

Normativa di riferimento

- L.R. 15/2013

Servizio on line //

Strumenti di tutela, amministrativa e giurisdizionale

Ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale, ai sensi del D. Lgs. 02/07/2010 n. 104, oppure ricorso straordinario al Capo dello Stato, ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica n. 1199/71

Soggetti a cui è attribuito il potere sostitutivo

Ai sensi dell'art. 2, comma 9 bis, della L. 241/1990 e s.m.i. in caso di inerzia e trascorsi inutilmente i termini per la conclusione del procedimento, il richiedente può rivolgerersi al Segretario del Comune (tel. 0542 678351 opzione 1 - PEC: comune.dozza@cert.provincia.bo.it )

Data pubblicazione: 07/11/2013 14:45

Ultimo aggiornamento: 31/07/2018 14:06